Un appuntamento annuale

Il Festival Musicale della canzone italiana di Sanremo è, da ben 66 anni, il più importante avvenimento di musica leggera della nostra penisola.

Dal palco del Salone delle Feste del Casinò prima e del Teatro Ariston poi, a partire dal 1951, sono uscite canzoni che hanno fatto storia, prima fra tutte la straordinaria ‘Nel blu dipinto di blu’ dell’indimenticabile Domenico Modugno.

A partire dal lontano 1951 , quando Nilla Pizzi trionfò con la celeberrima ‘Grazie dei fiori’, centinaia di cantanti hanno raggiunto la fama presentando brani dei migliori autori italiani ed internazionali.
Nel corso degli anni la formula del concorso ed il suo regolamento sono notevolmente cambiati; inizialmente, per ogni brano presentato, era prevista una doppia interpretazione, ma dall’edizione del 1972 è stato proclamato vincitore un solo cantante. Il record di successi spetta a pari-merito, con 4 vittorie ciascuno, a Domenico Modugno e Claudio Villa.

Il successo del Festival è strettamente legato alla sua trasmissione televisiva: a partire infatti dal 1955 la Rai ne ha curato la messa in onda, entrando inoltre progressivamente sempre più direttamente nella produzione vera e propria di tutto lo spettacolo costruito intorno all’evento, che dal 1958 è stato programmato anche in Eurovisione.

Il sistema di votazione per proclamare la canzone vincitrice ha subito nel corso dei decenni numerosi mutamenti: inizialmente si utilizzavano concorsi popolari, come il Totip o l’Enalotto; successivamente si è passati attraverso le giurie demoscopiche e quelle popolari. Oggi il voto è misto, e comprende una ripartizione tra una giuria di qualità ed il televoto del pubblico espresso attraverso il telefono.

Dal 1984 è stata istituita un’apposita sezione Giovani per premiare i nuovi talenti emergenti; primo vincitore delle Nuove Proposte è stato Eros Ramazzotti.

Il Festival di Sanremo ha rappresentato anche un’importante passerella per i numerosi presentatori che si sono di volta in volta avvicendati alla sua conduzione: il record di presenze, con 13 apparizioni, spetta a Pippo Baudo, seguito da Mike Bongiorno con 11 e da Nunzio Filogamo che ha condotto le prime quattro edizioni e quella del 1957.

Fra gli eventi che hanno caratterizzato la storia della manifestazione è da ricordare la drammatica vicenda di Luigi Tenco, che venne trovato morto, poco dopo la sua esibizione, nella camera d’albergo in cui alloggiava; le indagini non hanno mai stabilito se il colpo di pistola che lo uccise, fu dovuto ad un suicidio o un assassinio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *