Cosa vedere ad Ibiza

La mia ultima vacanza è stata a Ibiza. L’isola mi è rimasta talmente nel sangue che sto pensando di tornarci anche questa estate. Per me era la prima volta nell’isola spagnola e, con amici, avevo prenotato un luminoso appartamento a Figueretas ad Ibiza, un quartiere della città di Ibiza, sulla costa. Ogni mattina mi svegliavo con una stupenda vista del mare, che potevo ammirare dalla terrazza dell’appartamento, e ne sentivo il profumo. Dopo il rituale passaggio nella caffetteria del centro, per gustare le orelletes, un tipico dolce fritto all’ anice di cui andavo ghiotta o i bignè riempiti di crema alla frutta, la prima destinazione era il mare. A Figueretas c’è una delle più belle spiagge di tutta l’isola. E’ molto grande, larga una trentina di metri, di sabbia bianca naturale e ci sono servizi come docce, sdraie e ombrelloni. A me piaceva anche perché lì il mare ha il fondo sabbioso e digrada dolcemente. Non essendo una gran nuotatrice la preferisco così. E poi è una spiaggia tranquilla, inserita com’è in una baia naturale è protetta dalle onde. Oziare pigramente al sole, tra un bagno e l’altro nelle acque trasparenti di quel posto meraviglioso, è stata la mia principale occupazione delle giornate trascorse nell’isola. Certo, ogni tanto, bisognava pure mangiare, ma tra scorpacciate di frutta fresca, che vendevano ad ogni angolo, e qualche pranzetto nei ristorantini sparsi sul litorale, c’era solo l’imbarazzo della scelta. Devo dire di aver trovato sempre dell’ottimo pesce fresco, soprattutto dei pescatori locali, da cui si riforniscono i ristoratori. Tra i miei piatti preferiti ricordo il Bullit de peixè, una specie di zuppa con frutti di mare, crostacei e patate e la Borrida de rajada, un piatto a base di razza, con pane fritto, uovo e aglio. Il centro storico di Ibiza è un vero gioiellino, circondato da alte mura, con la Cattedrale in stile gotico, dalla quale ho goduto un panorama mozzafiato. Ho trovato interessante anche la visita al Museo Archeologico. E poi mi piaceva molto passeggiare tra gli stretti vicoli, anche di sera, quando ci sono tanti localini aperti fino a tardi. Per un paio di sere, poi, ci siamo anche lanciati nel giro delle discoteche, che sono davvero tantissime. Tramite il disco-bus che passa ogni 30 minuti, abbiamo curiosato tra i locali notturni così rinomati e siamo tornati a casa che faceva l’alba. Ma che spettacolo!
Dic 23, 2015 | Postato da nel Viaggi | Commenti disabilitati su Cosa vedere ad Ibiza